Norme generali

 

NORME GENERALI PER LA PESCA NEL BACINO 

PERIMETRAZIONE DEL BACINO

Il Bacino di Pesca n° 6 comprende il Torrente Maè per tutto il suo corso, più un tratto di Fiume Piave che va dal confine nord del Comune di Ospitale di Cadore (località Rivalgo), al confine tra i comuni di Soverzene e Ponte nelle Alpi; più precisamente a circa 400m. a valle del ponte diga di Soverzene.

Comprende i seguenti comuni: Val di Zoldo, Longarone, Ospitale di Cadore, Soverzene, Zoppè di Cadore. Le zone di pesca sono contrassegnate da tabelle a sfondo bianco indicanti il Bacino di Pesca n° 6 mentre le zone di divieto di pesca sono contrassegnate da tabelle a sfondo giallo.

La sede è presso la Pro Loco di Longarone, Piazza P. Gonzaga n° 1 – 32013 Longarone (BL) – Tel. 0437 770119

DOCUMENTI NECESSARI PER L’ESERCIZIO DELLA PESCA NEL BACINO

Per esercitare la pesca nelle acque della Provincia di Belluno e nel Bacino di Pesca n° 6 è necessario essere muniti dei seguenti documenti:

  • licenza di pesca (dall’Aprile 2009 è sufficiente l’attestazione del versamento Regionale e la Carta d’Identità);
  • tesserino regionale (non necessario per i soci dei bacini della Provincia di Belluno – obbligatorio solo per la zona Parco);
  • libretto annuale di associazione o permesso temporaneo rilasciato dal concessionario di Bacino.

a) E’ fatto obbligo al pescatore di eseguire sui permessi di pesca, sul tesserino regionale (se non socio dei bacini della Provincia di Belluno) e libretto di associazione le seguenti annotazioni utilizzando una penna ad inchiostro nero indelebile:

  • segnare la giornata di uscita prima di iniziare l’attività di pesca, con indicazione Mattina/Pomeriggio ove previsto;
  • segnare la zona in cui si eserciti la pesca secondo la suddivisione effettuata dal Bacino n° 6;
  • marcare i capi di salmonidi e/o timallidi catturati prima del relativo incarnieramento, solo dopo si potrà riprendere l’azione di pesca;
  • segnare l’eventuale numero di altre specie catturate a conclusione dell’attività di pesca.

b) E’ fatto obbligo al pescatore socio di restituire al Bacino di Pesca n° 6 il libretto annuale di associazione entro e non oltre il 30 ottobre c.a., onde evitare l’applicazione delle sanzioni previste dal regolamento della pesca, per la mancata restituzione.

c) E’ fatto obbligo al pescatore che abbia acquistato un permesso temporaneo o annuale, di restituirlo al Bacino di Pesca n° 6, Piazza P. Gonzaga n° 1, 32013 Longarone (BL), entro e non oltre il 30 ottobre c.a. onde evitare l’applicazione delle sanzioni previste dal regolamento sulla pesca per la mancata restituzione del permesso, il permesso potrà anche essere restituito tramite posta inviando una raccomandata A.R., farà fede il timbro postale di invio.

ISCRIZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

Possono far parte dell’ Associazione tutti i pescatori dilettanti, in possesso di regolare licenza di pesca rilasciata dalla competente autorità; è comunque sempre garantita in via prioritaria la libera adesione come socio al pescatore che abbia la residenza in uno dei Comuni sul cui territorio si trovino le acque per le quali l’associazione ha ottenuto la concessione. Qualora subentrino motivi di contingentamento della pressione di pesca per la tutela faunistico-ambientale, l’associazione viene garantita secondo il seguente ordine di priorità fino al conseguimento del numero massimo di soci stabiliti:

  1. pescatori residenti nei Comuni compresi nel territorio del Bacino di concessione;
  2. pescatori residenti in altri Comuni compresi nel territorio della provincia di Belluno;
  3. pescatori nativi od originari della Provincia di Belluno;
  4. pescatori residenti nel restante territorio della Regione Veneto;

A parità di requisiti saranno preferiti coloro che ne cumulano più di uno secondo l’ordine indicato.

MODALITA’ DI ADESIONE E QUOTA ASSOCIATIVA

La domanda d’iscrizione, da parte di coloro che non risultino già iscritti, deve pervenire al Comitato Direttivo dell’associazione concessionaria prescelta. Tutti i soci, sia quelli nuovi che quelli già associati, sono tenuti al versamento della quota associativa annuale, determinata dal Comitato Direttivo, entro il 31 Marzo di ogni anno; il mancato pagamento di tale quota determina l’automatica decadenza dalla qualità di socio.

COORDINATE BANCARIE PER IL VERSAMENTO DELLA QUOTA ASSOCIATIVA

Banca Popolare dell’Alto Adige – Agenzia di Longarone

IBAN: IT10 O058 5661 2400 7457 1292 159

 

QUOTE ASSOCIATIVE 2017

 Soci che intendono rinnovare l’associazione:

  • € 50,00 per versamenti effettuati entro il 31 Marzo 2017
  • € 70,00 per versamenti effettuati dopo il 31 Marzo 2017

Nuovi Soci Residenti nei comuni del Bacino 6 Maè-Piave:

  • € 50,00 per versamenti effettuati entro il 31 Marzo 2017
  • € 70,00 per versamenti effettuati dopo il 31 Marzo 2017

Nuovi Soci NON Residenti nei comuni del Bacino 6 Maè-Piave:

  • € 150,00 per qualsiasi data di versamento

Ragazzi fino a 15 anni non compiuti:

  • € 15,00 per qualsiasi data di versamento (dopo il 15° anno rinnovano come Socio)